Sistema Musicale Giovanile di Palermo


note treeLa musica è fattore di crescita individuale e sociale, stimolo all’intelligenza, alla creatività e alla responsabilità. Costituire esperienze educative e socializzanti sulla base dell’istruzione musicale in gruppi d’insieme è la metodologia che sta alla base della “Sistema musicale giovanile di Palermo”, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Palermo e l’assessorato alla Pubblica Istruzione, al fine di creare un’orchestra e un coro giovanile ispirandosi all’operazione attuata in Venezuela dal 1975 dal M° Josè Antonio Abreu e nota come “El sistema”.

“El sistema” è stato importato in Italia dal M° Claudio Abbado che, in collaborazione con Federculture, ha fondato l’associazione “Sistema delle orchestre e dei cori giovanili e infantili in Italia Onlus”, con sede a Roma, promuovendo la nascita di nuclei musicali giovanili in tutte le regioni d’Italia.

Le attività riconoscono nella scuola pubblica, a maggior ragione nel contesto odierno di crisi economica e sociale, come il soggetto naturale da cui partire per la formazione dal basso di nuove “comunità musicali” legate alla realtà locale dei quartieri e non “calate dall’alto”. Le attività prevedono quindi la creazione di una rete tra scuole pubbliche (in questa fase elementari e medie) e associazioni di volontariato (per insegnamento musicale, dopo-scuola e servizi integrati di supporto anche alle famiglie). In tal modo, per la sua diffusione capillare sul territorio, la rete (e la sua orchestra) sarà un vero e proprio piccolo modello di società che, in quanto tale, promuoverà lo sviluppo socio-culturale di Palermo in tutti i suoi quartieri.

Il progetto orchestra pone al centro la scuola pubblica rilanciandone il ruolo fondante di comunità e coesione sociale, ogni scuola sarà il perno attorno al quale si svilupperanno piccole comunità  rionali solidali che, insieme alle associazioni partner, formeranno una rete-sistema capace di stimolare e rinnovare, attraverso la cultura e i servizi, la città intera.

Il progetto, basato interamente sul volontariato e sulla gratuità, non è quindi soltanto un progetto musicale, ma è soprattutto un modo per rinsaldare i legami sociali tra scuole e territorio, città e istituzioni. Particolare attenzione è rivolta al coinvolgimento dei bambini immigrati di prima e seconda generazione, stimolando il ruolo culturalmente attivo delle comunità d’appartenenza che, a pari dignità, potranno proporre strumentario e repertorio tradizionale da affiancare a quello classico e contemporaneo occidentale.

L’azione musicale è affiancata da interventi di volontariato, concertati con i servizi pubblici, rivolti a minori, italiani e stranieri, per sostenerli nel loro processo di crescita personale ed integrazione sociale. L’obiettivo prioritario del progetto non è selezionare “talenti musicali”, ma dare ai bambini una maggiore possibilità di protagonismo culturale, partecipazione e socializzazione, nonché un supporto alle famiglie e alle scuole stesse.

Finora hanno aderito otto istituti scolastici (13 scuole prima della riforma/accorpamento) da tutti i quartieri di Palermo, e una decina di associazioni. Il contesto di crisi economica generalizzata, la scarsissima disponibilità economica delle scuole pubbliche e degli enti locali, non vuole essere motivo di scoraggiamento alla realizzazione del progetto, ma anzi rende la sfida per la nascita dell’orchestra ancora più avvincente. Pertanto gli enti promotori, insieme a tutti i soggetti aderenti, promuovono la realizzazione di eventi finalizzati alla raccolta fondi per l’acquisto di strumenti musicali per le scuole maggiormente in difficoltà e alle attività collegate.

Per tutti questi motivi, Comunità Urbane Solidali con il patrocinio del Comune di Palermo e in particolare con il sostegno dell’assessorato alla Cultura di Palermo e l’assessorato alla Pubblica Istruzione di Palermo, organizzano per il giorno 27 dicembre 2013 presso il Teatro Massimo un concerto-evento per il lancio del progetto. L’evento vedrà come ospite d’eccezione l’artista internazionale NOA che si esibirà accompagnata dall’Orchestra Sinfonica Giovanile del Conservatorio V. Bellini di Palermo e i bambini provenienti da tutte le scuole palermitane aderenti alla rete di progetto.

Le scuole:

1) I.C. F.P. Perez – M.T. di Calcutta  2) I.C. Pestalozzi – Cavour 3) I.C. Vittorio Emanuele III 4) I.C.S. Rita Atria (ex-Turrisi Colonna – B.D’Acquisto-Valverde) 5) S.M. Don Lorenzo Milani 6) S.M. Leonardo da Vinci 7) D.D. G.Russo – F. Raciti 8) I.C. Nuccio G.E. – G.Verga

Le associazioni:

1) Cresm 2) Mediterraneo di Pace 3) Design Zingaro 4) Piccolo Teatro Patafisico 5) Teatro Atlante 6) Coop. Soc. Solidarietà-Econido 7) ass. Orfianamente 8) ass. Bottega delle Percussioni 9) Coop. Silene 10) Teacch House onlus 11) Centro Diaconale La Noce-Istituto Valdese

Dopo apposito incontro presso l’assessorato alla Pubblica Istruzione il coordinamento dei progetti musicali è stato fatto proprio dal Comune di Palermo il quale ha anche deliberato alcuni indirizzi e sostegni alle scuole. Comunità Urbane Solidali rimane a disposizione, con i propri spazi e servizi, nell’animazione territoriale e nella progettazione sociale.

loghi